Emozioni in gara con i velocisti e gli specialisti dei 1000 metri. In palio i posti per l’europeo di fine giugno. Pubblico entusiasta, e a bordo lago anche il dt azzurro Guglielmo Guerrini e  i medagliati olimpici e grandi della canoa Josefa Idem, Beniamino Bonomi, Andrea Facchin e Antonio Scaduto.

Giornata di gare e fuochi d’artificio oggi ad Auronzo di Cadore per il via della prova nazionale di canoa velocità organizzata dalla Venice Canoe & Dragon Boat ASD, valida anche come gara selettiva per le categorie junior e under 23 in vista degli europei in programma a fine giugno, proprio sul lago di Santa Caterina. Quasi 600 atleti oggi si sono sfidati, in rappresentanza di 70 società rappresentative di tutto lo stivale, sulle distanze dei 200 e 1000 metri. Una sfida andata in scena davanti ad un pubblico numeroso e illustre, con la presenza a bordo lago del Direttore Tecnico azzurro Guglielmo Guerrini e dei campioni e medagliati olimpici Josefa Idem, Beniamino Bonomi, Andrea Facchin e Antonio Scaduto, vincitori in totale di ben 10 medaglie olimpiche. Domani, dalle 08.00 del mattino si chiuderanno le sfide con batterie, semifinali e finali sui 500 metri. 

Risultati LIVE al link: http://risultati.ficr.it/index.php?p=Ym9keV9yZXN1bHRzLnBocD9wX0Rpc2NpcGxpbmE9MTkmcF9Db2RpY2U9ODcmcF9Bbm5vPTIwMTgmcF9NYW5pZmVzdGF6aW9uZT00JnBfTGluZ3VhPUlUQQ==

Foto scaricabili e album in costante aggiornamento al link: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1670167893060319.1073741850.271274296283026&type=1&l=4664572387

200 metri SENIOR: sulla prova più breve, e al tempo stesso più spettacolare, nei senior Carlo Tacchini si dimostra ancora una volta il più potente nel C1. Il pagaiatore verbanese della Polizia di Stato vince tra i senior in 41.28, battendo Mattia Alfonsi del CC Aniene e Stefano Del Pin, portacolori del Canoa San Giorgio che ferma il cronometro sul 44.18. Per quanto riguarda il K1 200, vittoria per Michele Bertolini della Marina Militare che in 36.13 regola la concorrenza di Giacomo Bolzonella della Canottieri Mestre (36.47) e di Carmelo La Spina (36.52, Marina Militare). Ottima prova per Francesca Capodimonte nel K1 200 femminile con l’azzurra della Marina Militare che vince in 43.35 davanti a Meshua Marigo (SC Ausonia, 44.06) e ad Agnese Celestino della Canottieri Trinacria che ferma il cronometro sul 44.66. Nel C1 200 femminile vittoria per Giulia Chifari della Canottieri Trinacria che in 54.54 vince davanti a Sarah Tovo dell’ASD The Core (55.71) e a Laura Bellantoni del Circolo Kayak Castelgandolfo (56.37). Nel K4 vittoria del Canoa San Giorgio in 33.60. Alessio Soardo, Simone Xodo, Luca Totis e Francesco Taverna vincono sulla Canottieri Padova e sul CC Aniene. Nicole Giannetti e Anna Marzi della Marina Mercantile Nazario Sauro si impongono in 46.29 sul Cus Torino e sull’equipaggio della Canottieri Padova. Nel C4 200 vittoria per il Padova Canoa di Nicola Caldon, Denis Deleu, Danut Dirnea e Riccardo Sandonà, primi sul traguardo in 41.28 davanti al Canoa San Giorgio. Nel C2 200 primo posto in 53.57 per la Canottieri Trinacria di Giulia Chifari e Cecilia Galeano. 

Junior: Per la categoria junior vince nel K1 maschile Dylan Paluaga della Canottieri Leonida Bissolati in 37.71. Alle sue spalle Alberto Moceo della Canottieri Trinacria e Flavio Spurio del CC Livorno. Al femminile primo posto nel K1 200 junior per Irene Bellan della Canottieri Ausonia. Il suo 43.29 è il miglior tempo, davanti a Lucrezia Zironi della Canottieri Mutina e ad Elena Ricchiero della Canottieri Padova. Nel C1 maschile vince Roberto Paride Pinato in 45.56; la portacolori della Polisportiva Verbano ha la meglio su Dawid Szela (Polizia di Stato Fiamme Oro) e su Raffaele Dri del Canoa San Giorgio. Nel C1 200 femminile invece vince Claudia Fabiola Benvegnù del Padova Canoa in 58 secondi netti. Alle sue spalle Alice Bassi del CK Castel Gandolfo e Marta Zanotti della Canottieri Mutina. Nel K2 maschile vincono Giovan Battista Analdi e Alberto Moceo della Canottieri Trinacria in 35.61; alle sue spalle l’equipaggio dell’UC Livornesi composto da Leonardo Martelli ed Edoardo Orsini; terzi i pagaiatori del CN Oristano Stefano Cubeddu e Mirko Cuccu. Al femminile il K2 più veloce è quello della Canottieri Arno con Matilda Da Tofori e Veronica Gemignani in 46.90; alle loro spalle Alessandro Tommasini e Roberta Blanda del CC Aniene e Anna Marzi e Caterina Gardone della Marina Mercantile Nazario Sauro. Canoa San Giorgio primo nel C2 200 con Francesco e Federico Ghenda in 47.52 davanti all’equipaggio del CUS Torino.

Paracanoa: Per la paracanoa vittorie per Marius Bogdan Ciustea dell’AISA Sport nel KL2 con il tempo di 51.58. Nel KL3 si impone invece Simone Giannini dell’AISA Sport in 45.19; alle sue spalle Daniele Nasole del CC Ferrara in 48.05 e Marius Bogdan Ciustea in 49.67. Nel KL femminile Ramona Broglia del GC Viadana vince in 1.28.52, atleta che si ripete vincendo poi anche nel VL1; nel K1 DIR B si impone Elisa Renier del CC Mestre in 1.11.22 mentre tocca a Samuel Pulze del Padova Canoa mettere le mani sulla prima posizione in 51.54. Giuseppe Di Gaetano in 57.14 regala il primo posto all’AISA Sport nel VL1 davanti a Ciustea e a Ndara Ngol Ngamada del Canoa Club Mestre. 

Ragazzi: Tornando alla canoa, nella categoria ragazzi vince Filippo Ferrero Poschetto del CUS Torino nel C1 maschile, Iris Piana del Mergozzo Canoa al femminile, l’Associazione Remiera Peschiera nel K4 200 maschile con Filippo della Corte, Luca Bagolin, Jacopo Perugini e Leonardo Vicentini e Federica Siena del CC Aniene nel K1 200 ragazze. Nel C4 Canoa San Giorgio primo con Andrea Corso, Massimiliano Colussi, Patrick Pelizzon e Damiano Buzzolo. Al maschile vittoria per Giacomo Rossi del SKC Monfalcone. Nel K4 femminile bene la Marina Mercantile Nazario Sauro di Lara Stabile, Stefania Stagni, Martina Indiano e Margherita Baret. 

1000 metri SENIOR: sulla lunga distanza ad imporsi nel K1 maschile è il portacolori della Canottieri Comunali Firenze Francesco Bazzani che in 3.46.11 mette in fila tutti. Alle sue spalle in 3.46.87 Stefano Rossi del CN Caldonazzo, seguito da Andrea Dal Bianco, portacolori del GS Carabinieri in 3.49.19. Al femminile si impone invece Bianca Carnemolla; la pagaiatrice della CC Firenze vince in 4.33.50 davanti a Elena Pavani del Centro Canoa Beppe Mazza (4.38.97) e ad Elena Di Clemente del Circolo Canottieri Tirrenia Todaro (4.46.04). Dominio Fiamme Oro nel C1 senior maschile con Fabrizio Mattia che vince in 4.08.75 davanti al compagno di squadra Davide Cestra (4.11.64). Terzo posto invece per Mattia Alfonsi del CC Aniene che chiude in 4.16.66. Al femminile vince invece Laura Bellantoni. Il suo C1 è il più veloce e con il tempo di 5.22.18 la portacolori del CK Castel Gandolfo vince su Cecilia Galeano (Trinacria, 5.29.04) e su Ilaria Nitti del CUS Bari (5.35.17). Nel K2 vittoria per Andrea Ramella e Valerio Castrovilli del The Core Canottaggio Sabaudia in 3.58.53 davanti a Lorenzo Freschi e Lorenzo Sodi della Canottieri Comunali Firenze (3.41.08); terzo posto per il K2 del CUS Pavia con Francesco Balsamo e Davide Bazzani che fermano il crono sul 3.42.08. Nel C2 senior vittoria per il Padova Canoa con Nicola Caldon ed Enrico Voltan in 4.21.96 davanti a Maurizio Ratti e Giacomo Cremaschi del Cus Pavia in 4.25.66. Terza piazza in 4.40.13 per Matteo Venturelli e Stefano Baldo del Canoa San Giorgio. 

Junior: nelle sfide della categoria junior vince Guido Conciarelli della Canottieri Comunali Firenze nel K1. Il pagaiatore del club toscano chiude in 3.54.48 davanti a Matteo Crosilla della Canottieri Ausonia ed Enrico Carrer del CC San Donà. Al femminile si impone invece Elena Ricchiero, portacolori della Canottieri Padova che vince in 4.31.40 davanti al tandem del Circolo Canottieri Diadora composto da Giorgia Ferraro (seconda) ed Alessia Bevilacqua. Nel C1 vince Roberto Davide Pinato per la Polisportiva Verbano in 4.32.22, davanti a Dawid Szela della Polizia di Stato e a Leonardo Quattroccolo del CUS Torino. Al femminile vittoria in 5.34.62 per Claudia Fabiola Benvegnù del Padova Canoa nel C1 1000 davanti ad Alice Bassi del CK Castel Gandolfo e a Marta Zanotti della Canottieri Mutina. Nel K2 maschile la Canottieri Padova vince in 3.49.30 con Francesco Mozzo e Tommaso Pisano davanti a Davide Franco ed Emanuele Ghenda del Canoa San Giorgio; terzo Sergio Visentin e Giorgio Grippari della Canottieri Timavo. Nel C2 vittoria per Francesco e Federico Ghenda del Canoa San Giorgio in 4.22.08 davanti al tandem della Canottieri Padova composto da Davide Sartori e Giovanni Michelotto. 

Ragazzi: Nella categoria ragazzi Francesco Guzzon e Francesco Deltin vincono per la Società Canottieri Ausonia nel K2. Al femminile è invece Aurora Guadagnini ad imporsi nel K1 per la SKC Monfalcone. Nel C2 1000 vincono Alessandro Chiello e Filippo Ferrero Poschetto per il CUS Torino mentre Iris Piana del Mergozzo vince nel C1. Tra i ragazzi vince nel K1 Giacomo Rossi del SKC Monfalcone mentre va a Gabriele Dri del Canoa San Giorgio il primo posto nel C1. 

Le dichiarazioni dei protagonisti: Sono molto soddisfatto ed era importante vincere questa gara – commenta il vincitore del C1 200 e finalista olimpico a Rio 2016 Carlo Tacchini – il meteo non è stato dei migliori ma in questa finale diamo ulteriore solidità a questo inizio di stagione. Due settimane fa, con le prime due prove di coppa del mondo, abbiamo registrato i primi buoni risultati con un terzo ed un quarto posto nella finale del C1 1000, gara che sto preparando con molta attenzione e sulla quale pagaierò qui ad Auronzo come campione europeo in carica under 23. I risultati rispondono alle aspettative; le sensazioni di Szeged erano peggiori rispetto a Duisburg nonostante la medaglia, e questa è una cosa positiva e significa che ci siamo. E’chiaro però che ci vuole tempo e quindi siamo qui, lavoriamo, e ci prepariamo al meglio agli appuntamenti che arriveranno. Per quanto riguarda il futuro, ragiono un passo alla volta e dopo questo weekend penserò agli europei senior della prossima settimana a Belgrado dove, nel C1 1000, punto ad arrivare nei primi tre. E poi sarà bello tornare qui ad Auronzo dove cercherò in tutti i modi di difendere il titolo conquistato lo scorso anno. Tornando alla gara di oggi mi aspettavo le sensazioni provate; l’acqua è molto dura, con una temperatura di circa 7-8 gradi che si sente sulle braccia. Essere qui, proprio in ottica europei under è stato comunque molto importante perchè abbiamo capito quali sono le cose da migliorare e dove intervenire, sia per noi atleti sia per quanto riguarda la macchina organizzativa; c’è un mese di tempo durante il quale intervenire con qualche accorgimento e portare al top Auronzo sotto tutti i punti di vista”.

“La gara l’ho preparata molto bene in queste settimane e almeno fino ai 150 metri è andato tutto bene. Poi – spiega Michele Bertolini, vincitore del K1 200 – ho beccato le onde create dal vento e ho perso stabilità per un attimo, ma in generale sono soddisfatto. Pagaiare qui è diverso rispetto a Sabaudia, dove mi alleno con maggior frequenza. Proprio per questo ho fatto allenamenti ad hoc, con la barca zavorrata, per essere ancor più performante in questo fine settimana e questa vittoria mi ripaga degli sforzi profusi. Un primo posto che serviva, dato che non sono riuscito a centrare gli obiettivi nella prima selezione di quest’anno in seguito alla quale sono rimasto fuori dalla squadra azzurra. Vincere qui mi permette di capire che sono sulla buona strada per recuperare e tornare a standard migliori ma è chiaro che il lavoro da fare è ancora molto! L’obiettivo è grande, ed è rappresentato dai giochi olimpici di Tokyo 2020; non sarà facile ma ci proviamo”. 

“Ho fatto una buona partenza prendendo poi un buon passo e questo mi ha permesso di vincere. Solo sul finale ho avuto un minimo di difficoltà a causa di una leggera corrente che per un attimo mi ha fatto sbandare. Ma tutto ciò non mi ha impedito di vincere e sono contenta – spiega Francesca Capodimonte, vincitrice nel K1 200 senior femminile – dopo un inizio di stagione abbastanza buono ci prepariamo ora ai mondiali universitari e ai raduni con la nazionale azzurra, sarà una stagione lunga ma noi ci siamo e vogliamo giocarcela nel migliore dei modi”. 

Presente per il comune di Auronzo di Cadore, anche Giorgio Corte, consigliere comunale che ha seguito con particolare attenzione la due giorni di gare: “Comitato organizzatore, volontari e istituzioni stanno lavorando fianco a fianco e costantemente per arrivare a fine mese al top a livello organizzativo – spiega – l’europeo di fine giugno aprirà un’estate importante ad Auronzo, dal punto di vista dello sport. Oltre alla canoa infatti, ospiteremo qui il ritiro della Lazio, squadra di serie A, e il mondiale di mountain bike a fine estate. Abbiamo un territorio magnifico e un palcoscenico naturale straordinario. E’nostro intento dare l’opportunità a questo paese di evolversi e crescere attraverso questi grandi eventi e attraverso lo sport. La canoa, nello specifico, dopo anni ha portato ora alla nascita qui ad Auronzo di un’associazione specifica, il Canoa Kayak Auronzo Misurina che lavora costantemente sul lago per la crescita di questo sport, dando un supporto ininterrotto anche in occasione di appuntamenti come quelli in programma qui in questo weekend. E teniamo inoltre conto che questi eventi servono anche al territorio e alle strutture ricettive; passeggiando in paese in questi giorni è bellissimo vedere tutti questi atleti e appassionati che affollano Auronzo, i nostri alberghi e danno un impulso vitale notevole a tutto il comprensorio”. 

Domani, seconda e ultima giornata di gare con batterie, semifinali e finali sulla distanza dei 500 metri. Si inizia alle 08:00, risultati live in diretta al link http://risultati.ficr.it/index.php?p=Ym9keV9yZXN1bHRzLnBocD9wX0Rpc2NpcGxpbmE9MTkmcF9Db2RpY2U9ODcmcF9Bbm5vPTIwMTgmcF9NYW5pZmVzdGF6aW9uZT00JnBfTGluZ3VhPUlUQQ==

Foto scaricabili e album in costante aggiornamento al link: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1670167893060319.1073741850.271274296283026&type=1&l=4664572387